Di tanto in tanto si verificano purtroppo dei tentativi illegali da parte di sconosciuti di sfruttare il marchio DPD a scopo di truffa. Qui di seguito troverà informazioni importanti sugli attuali pericoli riguardanti Internet e le e-mail e su come proteggersi.

Informazioni su log4j:

La situazione di minaccia mondiale del buco di sicurezza log4j non si ferma a noi. Agiamo secondo le ultime proposte di soluzioni dei fornitori di software. Questo riguarda in particolare l'attuazione di possibili misure immediate, con la successiva installazione di patch appropriate. Tutti i sistemi sono attivamente monitorati e adattati secondo il rispettivo stato delle conoscenze.

Come regola generale:

Non aprite o seguite mai messaggi provenienti da mittenti sconosciuti.

Attenzione truffa via e-mail:

Sfortunatamente, ci sono sempre e-mail fraudolente in circolazione. Purtroppo i truffatori utilizzano diversi indirizzi e-mail come mittenti, ecco alcuni esempi (non esaustivi): [email protected] / [email protected] / [email protected] / [email protected]

In molti casi, si fa riferimento a presunti dazi doganali in sospeso che devono essere pagati per mezzo di una Paysafecard. Questa è una truffa! DPD non invia fatture via e-mail. Dopo aver ricevuto il tuo pacco, riceverai una fattura ufficiale da DPD che mostra l'IVA.


La preghiamo vivamente di notificare il messaggio e-mail qualora lo ricevesse (vedere tabella) e di non seguire in alcun modo le istruzioni riguardanti la carta paysafecard.

Attenzione truffa via SMS:

Ci sono stati anche tentativi di frode via SMS. Un tale SMS potrebbe apparire così, per esempio:
Gentile cliente, La preghiamo di controllare la sua fattura di DPD: https:/bit.ly/...

Ancora una volta, per favore non seguite le istruzioni date in un tale SMS.

Attenzione truffa viaFacebook:

Si prega di notare che i truffatori stanno attualmente cercando di ingannarvi anche attraverso il social network Facebook. Nella maggior parte dei casi, la truffa prende la forma di messaggi privati all'utente di Facebook in cui si cerca di chiedere una somma di denaro per una presunta polizza assicurativa del corriere per un importo, ad esempio, di 50 euro. Questo importo deve poi essere inviato tramite pacco contanti. Questi messaggi non hanno alcun legame con DPD Svizzera e sono quindi un'altra truffa che attualmente è in aumento.

Inoltre, sono stati registrati anche tentativi di frode tramite Marketplace. Qui viene offerto un servizio di raccolta da DPD a pagamento.

Se ricevete un tale messaggio via Facebook, vi invitiamo a segnalarlo direttamente a Facebook e a non seguire le istruzioni via messaggio privato.

 


La preghiamo di ricordare:

DPD Svizzera non risponde in alcun modo per i danni causati da un utilizzo illecito del nostro nome e del nostro marchio. Questo vale in particolare per le richieste di pagamento eseguite a scopo di truffa. Se ha domande o possiede informazioni a riguardo, potrà contattarci in qualsiasi momento.

Possibile tentativo di frode

Informazione

False e-mail contenenti fatture

Negli ultimi tempi sono in circolazione presunte e-mail di DPD che richiedono di scaricare le fatture in formato CSV o di pagare i costi di trasporto. Queste e-mail sono collegate con un link ad un altro sito Internet.

IMPORTANTE: DPD informa esplicitamente che si tratta di un utilizzo illecito del marchio DPD e di un tentativo di frode. Si invita a non seguire in alcun modo i link corrispondenti. DPD non risponde in alcun caso per gli eventuali danni causati da tali tentativi di frode.

Notificare il tentativo di frode: come comportarsi con le phishing-mail?

Con «phishing-mail» si intendono le e-mail con cui i truffatori tentano di ottenere i dati sensibili e confidenziali (ad es. dati di accesso) di utenti Internet inconsapevoli della truffa.

Se possibile, inoltri la e-mail originale come allegato. In questo modo verranno mantenute tutte le informazioni del mittente originario. Dopo averlo fatto, cancelli la e-mail per assicurarsi di non cadere nella trappola dei truffatori.

Notificando i tentativi di phishing, contribuirà a proteggere altri utenti Internet. Con l’aiuto della sua notifica è possibile togliere più rapidamente dalla rete il sito phishing corrispondente. Questo permette di evitare che il destinatario possa utilizzare i suoi dati personali e riduce le possibilità di successo dei truffatori.

Informazione

False e-mail contenenti fatture

Negli ultimi tempi sono in circolazione presunte e-mail di DPD che richiedono di scaricare le fatture in formato CSV o di pagare i costi di trasporto. Queste e-mail sono collegate con un link ad un altro sito Internet.

IMPORTANTE: DPD informa esplicitamente che si tratta di un utilizzo illecito del marchio DPD e di un tentativo di frode. Si invita a non seguire in alcun modo i link corrispondenti. DPD non risponde in alcun caso per gli eventuali danni causati da tali tentativi di frode.

Notificare il tentativo di frode: come comportarsi con le phishing-mail?

Con «phishing-mail» si intendono le e-mail con cui i truffatori tentano di ottenere i dati sensibili e confidenziali (ad es. dati di accesso) di utenti Internet inconsapevoli della truffa.

Se possibile, inoltri la e-mail originale come allegato. In questo modo verranno mantenute tutte le informazioni del mittente originario. Dopo averlo fatto, cancelli la e-mail per assicurarsi di non cadere nella trappola dei truffatori.

Notificando i tentativi di phishing, contribuirà a proteggere altri utenti Internet. Con l’aiuto della sua notifica è possibile togliere più rapidamente dalla rete il sito phishing corrispondente. Questo permette di evitare che il destinatario possa utilizzare i suoi dati personali e riduce le possibilità di successo dei truffatori.