Di tanto in tanto si verificano purtroppo dei tentativi illegali da parte di sconosciuti di sfruttare il marchio DPD a scopo di truffa. Qui di seguito troverà informazioni importanti sugli attuali pericoli riguardanti Internet e le e-mail e su come proteggersi.

Attenzione: truffa via e-mail

Si prega di prestare particolare attenzione a una truffa attualmente in circolazione via e-mail con l’oggetto «✈️ Notifica pacco: REGIONAL CUSTOMS DIRECTORATE». Il messaggio e-mail informa che risultano ancora aperte presunte imposte doganali da pagare attraverso una carta paysafecard. Si tratta di una truffa! DPD non invia le fatture per e-mail. Una volta consegnato il pacco, il cliente riceve la fattura ufficiale di DPD riportante anche l’imposta sul valore aggiunto.

La preghiamo vivamente di notificare il messaggio e-mail qualora lo ricevesse (vedere tabella) e di non seguire in alcun modo le istruzioni riguardanti la carta paysafecard.

 

La preghiamo di ricordare:

DPD Svizzera non risponde in alcun modo per i danni causati da un utilizzo illecito del nostro nome e del nostro marchio. Questo vale in particolare per le richieste di pagamento eseguite a scopo di truffa. Se ha domande o possiede informazioni a riguardo, potrà contattarci in qualsiasi momento.

Possibile tentativo di frode

Informazione

False e-mail contenenti fatture

Negli ultimi tempi sono in circolazione presunte e-mail di DPD che richiedono di scaricare le fatture in formato CSV o di pagare i costi di trasporto. Queste e-mail sono collegate con un link ad un altro sito Internet.

IMPORTANTE: DPD informa esplicitamente che si tratta di un utilizzo illecito del marchio DPD e di un tentativo di frode. Si invita a non seguire in alcun modo i link corrispondenti. DPD non risponde in alcun caso per gli eventuali danni causati da tali tentativi di frode.

Notificare il tentativo di frode: come comportarsi con le phishing-mail?

Con «phishing-mail» si intendono le e-mail con cui i truffatori tentano di ottenere i dati sensibili e confidenziali (ad es. dati di accesso) di utenti Internet inconsapevoli della truffa.

Se possibile, inoltri la e-mail originale come allegato. In questo modo verranno mantenute tutte le informazioni del mittente originario. Dopo averlo fatto, cancelli la e-mail per assicurarsi di non cadere nella trappola dei truffatori.

Notificando i tentativi di phishing, contribuirà a proteggere altri utenti Internet. Con l’aiuto della sua notifica è possibile togliere più rapidamente dalla rete il sito phishing corrispondente. Questo permette di evitare che il destinatario possa utilizzare i suoi dati personali e riduce le possibilità di successo dei truffatori.

Informazione

False e-mail contenenti fatture

Negli ultimi tempi sono in circolazione presunte e-mail di DPD che richiedono di scaricare le fatture in formato CSV o di pagare i costi di trasporto. Queste e-mail sono collegate con un link ad un altro sito Internet.

IMPORTANTE: DPD informa esplicitamente che si tratta di un utilizzo illecito del marchio DPD e di un tentativo di frode. Si invita a non seguire in alcun modo i link corrispondenti. DPD non risponde in alcun caso per gli eventuali danni causati da tali tentativi di frode.

Notificare il tentativo di frode: come comportarsi con le phishing-mail?

Con «phishing-mail» si intendono le e-mail con cui i truffatori tentano di ottenere i dati sensibili e confidenziali (ad es. dati di accesso) di utenti Internet inconsapevoli della truffa.

Se possibile, inoltri la e-mail originale come allegato. In questo modo verranno mantenute tutte le informazioni del mittente originario. Dopo averlo fatto, cancelli la e-mail per assicurarsi di non cadere nella trappola dei truffatori.

Notificando i tentativi di phishing, contribuirà a proteggere altri utenti Internet. Con l’aiuto della sua notifica è possibile togliere più rapidamente dalla rete il sito phishing corrispondente. Questo permette di evitare che il destinatario possa utilizzare i suoi dati personali e riduce le possibilità di successo dei truffatori.