20. Settembre 2022 | Personale

Interview con Besarta

Le voci di DPD: Besarta

DPD: "Da quando lavori in DPD Svizzera"?
Besarta: "Lavoro nel marketing di DPD da gennaio 2022".

 

DPD: "Cosa ti ha spinta a venire in DPD"?
Besarta: "Innanzitutto l'interesse per il settore della logistica, soprattutto per i servizi di consegna pacchi. Ciò è dovuto al fatto che già dal mio precedente datore di lavoro ho lavorato per tre mesi nell’export. E la cosa mi era piaciuta molto. Poi, durante i miei studi di economia aziendale mi ero fatta una panoramica dei settori marketing e customer experience, rendendomi idonea al posto in DPD 😊".

 

DPD: "Qual è il tuo campo di attività in DPD e cos’è che ti piace di più"?
Besarta: "Sono Customer Experience Specialist e quindi sono responsabile anche della creazione di analisi e valutazioni del Net Promoter Score, abbreviato NPS. Mi occupo inoltre della consulenza e del supporto per gli stakeholder interni. Lavoro prevalentemente con interfacce, per esempio responsabili di deposito, collaboratori del servizio clienti o manager di vendita. Valuto i feedback dei clienti, elaboro migliorie di processo e ne controllo la fattibilità al fine di aumentare l’efficienza.

Del mio lavoro mi piace soprattutto il fatto di avere la possibilità di collaborare con tutti i reparti e quindi di farmi un quadro generale dell’intera struttura aziendale. Mi piace avere una conoscenza dell’azienda a 360° e quindi la possibilità di estrapolare il meglio per il cliente, sia sotto forma di miglioramento dei processi interni sia della comunicazione diretta con i clienti".

Besarta Zenku

DPD: "Cosa intendi tu per lavoro di squadra"?               
Besarta: "Per me lavorare di squadra significa potersi affidare agli altri e fidarsi reciprocamente. La lealtà, soprattutto nello sport, riveste un ruolo importante. L’ho imparato quando giocavo a pallamano, disciplina che ho praticato per 8 anni. Alla fine della giornata, indipendentemente dove, si tratta di arrivare a un denominatore comune e non di imporre ciecamente il proprio punto di vista, perché non tutti la pensano allo stesso modo".

 

DPD: "Oltre al lavoro, come passi il tuo tempo? Pratichi un’attività sportiva"?
Besarta: "Al momento purtroppo no, perché mi sono lesionata il crociato e quindi non posso più praticare la pallamano. Quello che però faccio volentieri nel tempo libero è leggere. Soprattutto i thriller psicologici. Mi piace scoprire i personaggi descritti nei libri, comprenderne il modo di pensare e immedesimarmi emotivamente nelle situazioni narrate. Inoltre ho scoperto anche il piacere dei fornelli, che stranamente è nato dalle mie esperienze professionali. Anche in cucina i processi e le procedure possono essere ottimizzati  😋. Naturalmente ho anche un piatto preferito. Le lasagne. Come dice Garfield: Quando nel mio sangue il contenuto di lasagne si abbassa, divento cattivo". 

 

DPD: "Quale stagione preferisci? E perché"?
Besarta: "Mi piace soprattutto l’autunno, perché non amo né sudare dal caldo né rabbrividire dal freddo. L’autunno è perfetto. Inoltre, in questa stagione mi sento più vicina all’ambiente circostante. Un’altra curiosità: in autunno ci sono più vestiti e quindi più possibilità di combinarli! Lo so, sono molto girly".

 

DPD: "C'è qualcosa che vorresti assolutamente fare una volta nella vita"?
Besarta: "Ho sempre desiderato fare del volontariato, per esempio aiutare i profughi dall’Europa dell’est. Mi piace restituire qualcosa alle persone e per questo prima o poi lo farò".

 

DPD: "Qual è il libro più bello che hai letto finora"?        
Besarta: "Di certo quello di Sebastian Fitzek – La terapia. È un gioco sapiente tra percezione personale e realtà. Mi piace molto perché, sinceramente, all’inizio non lo avevo capito e ho dovuto leggere il libro ben tre volte. Con questo libro è iniziata anche la mia passione per i thriller psicologici".

 

DPD: "Di cosa sei riconoscente oggi"?        
Besarta: "Oggi della mia cena. Ci sono lasagne 😊. In generale, nella vita privata, di poter offrire un supporto, di aiutare gli altri e di cercare di trasmettere energia positiva".

Poste da:

Hannes Domröse

Digital Marketing